Come è fatto un cosmetico

Come è fatto un cosmetico

Cosa c’è dentro un cosmetico?

Quando acquistiamo un cosmetico ci focalizziamo sulle sostanze funzionali dei cosmetici. Leggiamo con attenzione gli ingredienti principali ed evitiamo sostanze dannose.

Ma come si prepara un cosmetico? Quali sono gli elementi della formulazione di un cosmetico?

Nel post di oggi vedremo come riconoscere le sostanze cercando di capire di cosa è fatto un cosmetico.

Chimica dei cosmetici

Di recente abbiamo avuto il piacere di conoscere Angela, biologa e titolare della bioprofumeria l’ecobiotique di Pesaro. È una ragazza fantastica e molto preparata. Se vi capita di essere a Pesaro passate a trovarla. Noi siamo entusiasti di conoscerla e vogliamo condividere con voi un po’ delle conoscenze di chimica dei cosmetici che abbiamo imparato.

Partiamo dalla formulazione di un cosmetico. Abbiamo imparato che la composizione di un cosmetico è simile a quella di un farmaco. La differenza è che nei cosmetici si tende a dare più risalto all’armonia del prodotto. Infatti, texture ed efficacia stanno alla base della composizione chimica dei prodotti cosmetici.

Gli ingredienti dei cosmetici si suddividono in:

  • Materie prime. Sono le sostanze di supporto alla sostanza funzionale. Sono materie prime acqua,oli, burri, emulsionanti e tensioattivi;
  • Sostanze funzionali. Conferiscono ad un cosmetico una caratteristica principale, dunque uno scopo;
  • Additivi. Si tratta di sostanze essenziali per la produzione e conservazione dei cosmetici. Parliamo di antiossidanti, coloranti, conservanti, profumi e umettanti.

Formulazione di un cosmetico

Materie prime nei cosmetici: acqua, grassi, emulsionanti e tensioattivi

Di cosa è fatto un cosmetico: l’acqua nei cosmetici

L’acqua è uno dei componenti principali dei cosmetici. Viene usata per la sua capacità di sciogliere altre sostanze. Tuttavia, in cosmetica non si utilizza l’acqua del rubinetto, in quanto al suo interno sono disciolti gas, sali ed elettroliti.

Inoltre, l’acqua domestica ha un’elevata carica di batteri, che la rende inadeguata ai cosmetici. Al contrario, in cosmetologia si utilizza acqua demineralizzata e sterile, oppure acqua termale, ricca di minerali.

I cosmetici che garantiscono una migliore idratazione sono quelli sotto forma di emulsioni (acqua+olio) oppure gel non alcolici (acqua, estratti, attivi e additivi gelificanti). A dire il vero i gel contengono sostanze che aiutano la pelle a trattenere l’acqua e prolungare l’idratazione, oltre che a veicolare gli estratti vegetali.

La funzione dei grassi nei cosmetici

La nostra pelle è naturalmente composta da sostanze lipidiche quali ceramidi, colesterolo, acidi grassi e sebo.

I ceramidi rendono la struttura della pelle compatta evitando desquamazione e disidratazione, mentre il sebo si mescola con la secrezione sudorale formando il film idrolipidico.

Ecco perché c’è differenza tra pelle secca e pelle disidratata. La prima necessita di sostanze a base oleosa come oli vegetali, mentre la seconda necessita di sostanze anti evaporanti come acido ialuronico e collagene.

I grassi nei cosmetici hanno funzione:

  • Lubrificante;
  • Emolliente e restitutiva;
  • Riacidificante;
  • Protettiva dagli agenti esterni;
  • Veicolante di sostanze liposolubili, come vitamine e oli essenziali.

Composizione chimica dei prodotti cosmetici

Sostanze eccipienti nei cosmetici: i grassi minerali

I grassi minerali sono ottenuti dalla distillazione del petrolio. Sono i maggiori eccipienti dei cosmetici tradizionali. Questo perché non sono soggetti ad irrancidimento. I più usati sono cera microcristallina, vaselina e petrolatum. Quando guardiamo cosa compone un cosmetico, soprattutto se molto economico, facciamo caso agli eccipienti cosmetici. Il loro eccessivo utilizzo può causare problemi a causa dell’azione occlusiva e comedogenica.

Infatti, questi ingredienti impediscono non solo all’acqua di uscire, ma anche all’ossigeno di entrare, interferendo con la respirazione cutanea.

Come si prepara un cosmetico; gli emulsionanti

Le emulsioni sono un sistema nel quale un liquido viene distribuito in modo uniforme in un altro. Immaginiamo di voler produrre un cosmetico mescolando acqua e olio. Ovviamente, le due sostanze non si sciolgono l’una nell’altra.

Gli emulsionanti sono sostante tensioattive, che riducono la tensione superficiale, favorendo la frammentazione in gocce. Gli emulsionanti naturali, spesso presenti nelle formulazioni dei cosmetici ecobio sono:

  • Lecitina di soia, lecithin nell’INCI ;
  • Cera d’api, conosciuta anche come cera alba o beewax;
  • Gliceril Stearato;
  • Acido Stearico e sucrose stearate;
  • Montanov 68, conosciuto come cetearyl Alcohol e cetearyl glucoside

Sono da evitare, perché dannosi per la pelle, polyethyleneglycole (PEG), propylene glycol (PPG) e loro derivati. Queste sostanze non apportano effettiva idratazione alla pelle. Al contrario, ne aumentano la permeabilità, favorendo l’assorbimento di sostanze nocive.

Chimica dei cosmetici

Composizione chimica dei prodotti cosmetici: i tensioattivi

Dobbiamo immaginare i tensioattivi come dei lombrichi, dalla testa idrofila e dalla coda lipofila. Emulsionanti, detergenti e solubilizzanti miscelano sostanze che altrimenti sarebbero incompatibili. Inoltre, hanno la capacità di rimuovere lo sporco, come nel caso dell’acqua micellare.

Sostanze funzionali dei cosmetici

I cosmetici naturali sono spesso definiti fitocosmetici. I fitocosmetici contengono tutte le sostanze che, nella pianta, hanno effetti terapeutici. Ecco perché sono in grado di trasferire i benefici della natura alla  pelle. Questo passaggio avviene grazie alla presenza di fitocomplessi, più attivi rispetto ai singoli composti.

Gli attivi sono le sostanze che spesso cerchiamo nella formulazione di un cosmetico.  Sono le sostanze che conferiscono ai nostri prodotti funzioni specifiche. Anche le vitamine sono utilizzate nella composizione e ingredienti dei cosmetici. Questo perché non solo sono dotate di azioni funzionali, ma sono anche ottimi antiossidanti.

Sostanze funzionali nei cosmetici

Additivi nei cosmetici

Gli additivi sono fondamentali nella formulazione di un cosmetico perché svolgono diverse funzioni:

  • Antiossidante, evitano cioè l’ossidazione dei lipidi naturali;
  • Acidificante, variano il ph di un cosmetico o acidificano l’epidermide;
  • Addensante o gelificante, regolano la consistenza del prodotto;
  • Umettanti, migliorano la morbidezza dei cosmetici;
  • Conservante, preservano il prodotto da funghi e batteri;
  • Colorante, migliorano l’aspetto del cosmetico e sono fondamentali nel makeup.

Quelli i cui abbiamo parlato sono i maggiori ingredienti dei cosmetici.  Abbiamo cercato di porre enfasi sulle peculiarità dei cosmetici naturali ed ecobio. Scegliere cosmetici consapevoli è un investimento che negli anni viene ripagato. Infatti la pelle sarà più forte e maggiormente resistente agli agenti esterni.

Se hai trovato interessante l’articolo, iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *