Greenwashing Cosmetici

Greenwashing cosmetici

La pratica del Greenwashing è nata nel settore food, ma si è diffusa velocemente anche nel mondo della cosmesi naturale, dove ha trovato un terreno molto fertile.

Ma cosa significa fare Greenwashing nei cosmetici? E perché viene fatto? Ecco tutte le risposte nel post! 🏃‍♀

Greenwashing: cos’è

Il greenwashing è un insieme di pratiche di marketing che mirano a creare un immagine naturale o ecologica di un prodotto. Purtroppo, nella confusione data dal panorama normativo, è facile incorrere in cosmetici e brand reclamizzati come naturali 🌿o eco friendly che in realtà non lo sono.

Queste pratiche mirano infatti a confondere i consumatori sulle reali caratteristiche di un prodotto, con l’obiettivo di influenzare le scelte di acquisto

Non si tratta solo di INCI Cosmetici, ma anche di sostenibilità ambientale. Il tema dell’ecologico ha infatti una forte influenza nelle nostre scelte e la comunicazione di un cosmetico può fare la differenza nella fase di acquisto.

Come le aziende fanno Greenwashing

Come fare a “vestire di verde” un cosmetico? Tutto parte dal packaging secondario. Una confezione esterna dai colori naturali o pastello, realizzata in carta riciclata, fa apparire il prodotto immediatamente più “naturale”.

Altra pratica consiste nel farcire le etichette della confezione primaria da claim che non rispecchiano le caratteristiche del prodotto. L’immagine di una succosa foglia di aloe e la dicitura “100% Naturale” portano subito il consumatore a pensare che quel flacone trasparente sia stato riempito direttamente dalla pianta.

Cosmetici greenwashed
Non è così naturale questo gel d’aloe?! 😅

Eco bufale cosmetici da supermercato

Tra gli scaffali del supermercato è apparentemente semplice trovare cosmetici bio, ecologici e naturali. Quasi sicuramente, la confezione riporterà la dicitura: “Senza“.

La pratica del free from viene spesso utilizzata nei cosmetici a basso costo per aumentare il valore percepito. Naturalmente, la sostanza incriminata viene sostituita con una simile, ma questo giustificherà il prezzo più alto rispetto agli altri cosmetici della stessa categoria.

Come riconoscere un prodotto greenwashed

Come riconoscere il greenwashing? Leggendo la lista degli ingredienti e facendo attenzione ad interpretare correttamente le diciture come bio, naturale, ecologico. Inoltre, seguendo alcune best practice nella scelta dei cosmetici si possono evitare molte fregature.

Il primo consiglio è quello di diffidare dei cosmetici a bassissimo costo. Il processo di produzione dei cosmetici biologici richiede controlli più approfonditi, che si tramutano inevitabilmente in prezzi più alti.

Inoltre, meglio optare per punti vendita specializzati, in cui farsi consigliare da personale specializzato. Non tutti i cosmetici bio vanno bene a tutti, soprattutto in presenza di allergie.

La tua opinione sul greenwashing

E tu? conoscevi questa pratica? Cosa ne pensi dei finti cosmetici naturali e come scegli i tuoi cosmetici? Scrivicelo nei commenti! 😊

Dai un’occhiata anche a:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *