Lo standard COSMOS

Cosmos organic certificazione

Certificazione cosmetica secondo lo standard COSMOS

Cosmos sta per Cosmetic Organic standard ed è l’insieme europeo di regole per la disciplina e la certificazione dei cosmetici naturali e biologici. Lo standard è stato sviluppato nel 2002 dalle francesi Ecocert e Cosmebio, dall’italiana ICEA, dalla tedesca BDIH e dall’inglese Soil Association. Da qui nasce Cosmos AISBL, associazione internazionale senza scopo di lucro con sede in Belgio. Il suo obiettivo principale è quello di definire requisiti e standard comuni legati alla certificazione dei cosmetici naturali e biologici. Oltre a questo, l’associazione promuove l’integrazione della chimica verde nei processi produttivi dei cosmetici naturali. Dopo un periodo di pubblica consultazione, in seguito al lavoro svolto dalle associazioni unite, nel 2010 viene pubblicato lo standard internazionale Cosmos. I principi vengono oggi rispettati da oltre 1.600 imprese, che producono, certificano e vendono più di 25.000 prodotti in tutto il mondo.

Cosa prevede lo standard Cosmos

Lo standard viene applicato a tutti i cosmetici che vengono commercializzati come naturali o biologici. Esso ricopre tutti gli aspetti legati all’approvvigionamento, alla produzione e al commercio dei prodotti finiti. Dunque, le regole previste dal documento si applicano ai prodotti cosmetici commercializzati come biologici o naturali. Inoltre, valgono anche per gli ingredienti cosmetici con contenuto biologico. Per essere certificati, questi prodotti devono essere conformi ai criteri definiti riguardanti:

  • Origine e trasformazione degli ingredienti;
  • Composizione totale del prodotto;
  • Stoccaggio, fabbricazione e confezionamento;
  • Gestione ambientale;
  • Etichettatura e comunicazione;
  • Ispezione, certificazione e controllo.

Origine e trasformazione degli ingredienti dei cosmetici eco bio secondo Cosmos

Gli ingredienti di un prodotto cosmetico sono classificati in cinque categorie:

  • Acqua
  • Minerali ed ingredienti di origine minerale
  • Agro-ingredienti trasformati fisicamente
  • Agro-ingredienti trasformati chimicamente
  • Altri ingredienti.

Ogni categoria di ingrediente è soggetta ai requisiti. Per esempio l’acqua deve rispettare determinate norme igieniche e può essere potabile, di sorgente, distillata, di mare o ottenuta tramite osmosi. Naturalmente i minerali rientrano nella categoria degli ingredienti ammessi, purché ottenuti senza modificazione chimica. A tal proposito esiste una lista positiva, contenente l’insieme dei minerali ammessi. Per quanto riguarda gli agro ingredienti trasformati fisicamente, sono ammesse solo determinate materie prime. Inoltre, è vietato utilizzare piante o materiali vegetali che sono stati geneticamente modificati, oltre che materie prime primarie estratte da animali vivi o macellati. Vi segnaliamo che a questa lista sono stati recentemente introdotti bava di lumaca e polvere di perla. Nella categoria agro-ingredienti trasformati chimicamente rientrano invece tutti gli ingredienti trasformati chimicamente di origine vegetale, animale o microbica, come ad esempio l’alcool. Tali ingredienti sono ammessi se seguono le regole dettate dallo standardInfine, gli altri ingredienti sono consentiti qualora non ci siano alternative naturali efficaci per garantire la sicurezza ai consumatori o l’efficacia del prodotto.

Le regole per calcolare la percentuale biologica

Le regole di calcolo devono essere utilizzate per determinare la percentuale di contenuto biologico di ogni ingrediente cosmetico. Naturalmente ne riportiamo solo una piccola esemplificazione:

  • L’acqua non può essere calcolata come biologica;
  • I minerali e gli ingredienti di origine minerale non possono essere calcolati come biologici;
  • Gli agro-ingredienti trasformati fisicamente che utilizzano esclusivamente materie prime biologiche e solventi biologici, la percentuale biologica è pari al 100%. Tuttavia, per gli estratti a base di acqua esiste una specifica formula di calcolo;
  • Gli agro-ingredienti trasformati chimicamente, hanno una percentuale biologica calcolata come la proporzione (in peso) delle materie prime primarie biologiche in quel ingrediente. A questo proposito bisogna tenere conto di tutti i materiali primari di partenza usati per fare quell’ingrediente.

Se volete approfondire le regole di calcolo degli ingredienti dei cosmetici ecobio date un’occhiata al più recente standard per cosmetici biologici e naturali emanato dall’associazione-

Certificazione Cosmos Organic

Al fine di ottenere la certificazione, le aziende devono rispettare le regole avendo riguardo sia dei singoli ingredienti, che dei prodotti finiti. In particolare, per la certificazione Cosmos Organic:

  • Ingredienti: almeno il 95% degli agro-ingredienti trasformati fisicamente deve essere biologico. Per gli agro ingredienti trasformati fisicamente rimanenti, devono essere biologici se elencati in apposito appendice. Per gli agro-ingredienti trasformati chimicamente, anch’essi elencati in apposito appendice, devono essere biologici.
  • Prodotti Totali: almeno il 20% del prodotto totale deve essere biologico. Fanno eccezione i prodotti da risciacquo, prodotti acquosi non emulsionati e prodotti con almeno l’80% di minerali o con ingredienti di origine minerale, per i quali almeno il 10% del prodotto totale deve essere biologico.

Certificazione Cosmos Natural

In questo caso non c’è nessun obbligo di utilizzare un livello minimo di ingredienti biologici. Tuttavia, l’associazione ha elaborato alcuni requisiti su come gli ingredienti biologici possono essere identificati sulle etichette dei prodotti.

Tracciabilità dei cosmetici Cosmos

Le aziende che certificano i prodotti devono seguire ulteriori regole, al fine di rendere sicuro e tracciabile l’intero processo produttivo. Ad esempio, le aree di stoccaggio devono essere chiaramente identificate per evitare qualsiasi confusione o rischio per l’integrità dei prodotti. Naturalmente, processi di fabbricazione diversi devono essere separati, per prevenire la contaminazione degli ingredienti biologici o naturali e deve essere previsto un sistema di controllo qualità. Anche gli imballaggi devono essere ridotti al minimo e massimizzare la quantità di materiale che può essere riciclato.

ENTRA NEL NOSTRO
CLEAN BEAUTY CLUB

 

Un sacco di vantaggi ti aspettano! Compila il form
e ricevi uno sconto del 10%

SCOPRI I VANTAGGI E ISCRIVITI
  • -10% sul primo ordine
  • Consulenza Gratis su Whatsapp
  • Scegli i Tuoi Campioncini
  • Sconti sui Tuoi Prodotti Preferiti
  • Consigli su Misura per Te

 

* Campo Obbligatorio

Ricorda di controllare anche nello SPAM!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie.